Ride-ankuendigung-1024x580 ottobre 28

Tag

Ride di Milestone, perla ai porci?

Domenica 26 ottobre, Gamesweek di Milano.

Milioni di miliardi di persone ammucchiate all’ingresso dello stand di Call of Duty Advanced Warfare.

Per carità, ottimo titolo! Soprattutto nuovo, fresco ed innovativo! L’entusiasmo è giustificatissimo!

Scherzi a parte, conosciamo benissimo la qualità della saga di COD ed il nuovo titolo non è da meno, ma vedere tutte quelle persone mettersi in coda per ore per provarlo, mi ha lasciato una sensazione terribile di vuoto dentro.

Il perché è presto detto.

Poco distante dallo stand di COD, era possibile degustare in anteprima un NUOVO titolo, attualmente in lavorazione presso gli italianissimi studi Milestone, responsabili dei recenti MotoGp14 e MXGP nonché, negli anni passati, di ottimi titoli di guida su licenza per varie piattaforme. Tra l’altro, si tratta della loro prima Ip proprietaria: RIDE.

Le ambizioni degli sviluppatori sono considerevoli: “sviluppare il Gran Turismo delle moto” e scusate se è poco! Ride dovrebbe essere quindi il non plus ultra per gli amanti del motociclismo, profondamente improntato alla simulazione, con modelli dei veicoli dettagliatissimi, tracciati reali e inventati molto tecnici ed una fisica estremamente dettagliata per chi volesse mettere a dura prova le proprie abilità di centauro, ma anche profondamente scalabile nei settaggi, così da risultare godibile e divertente anche per chi non intende spremersi troppo alla ricerca della curva perfetta, ma preferisce qualche spensierata e frenetica sgasata arcade.

Graficamente Ride sembra molto interessante. Nonostante la demo mostrata alla fiera fosse comunque una versione ancora incompleta (l’uscita del gioco è prevista in un indefinito periodo del 2015 su Ps4 e Xone), i modelli delle moto e dei piloti si presentano già molto molto dettagliati. In particolare la resa dei diversi materiali di costruzione, dei riflessi di luce e l’ombreggiatura sono ufficialmente next gen. Anche il comportamento delle moto sembra già molto avanti nello sviluppo, restituendo la sensazione di essere veramente sopra ad una scalpitante due ruote farcita di cavalli da domare.

Insomma, niente male per un work in progress! Seppur sia presto per esprimere un giudizio, allo stand degli sviluppatori italiani c’era abbastanza carne al fuoco per far venire l’acquolina in bocca agli amanti del genere e non solo. Un applauso in più a Milestone per avere avuto il coraggio di mostrare una versione giocabili del titolo, piuttosto che un inutile filmato in computer grafica, come ormai fanno tutti, anche durante eventi di livello mondiale!

E di fronte a tutto questo ben di dio, in un periodo già abbastanza avaro di novità interessanti, dopo anni passati a sparare e sparare e sparare, vedere la folla accalcarsi di fronte a COD, mi ha fatto cascare i gioielli…

C’è qualcuno lì fuori che, come me, ne ha le palle piene di COD? Ma soprattutto, vi è piaciuto Ride?

In bocca al lupo Milestone, orgoglio italiano!

http://ridevideogame.com