Magnum-serie-televisee-de-1980 dicembre 19

Tag

’80 voglia…

Non sono vecchio, soffro di obsolescenza programmata.

Ma avere 30 anni offre anche dei privilegi enormi.

Sono cresciuto a cavallo degli anni ’80 e ’90, gli anni in cui tutto era TANTO, ESAGERATO e TAMARRO, in cui potevi fare successo vendendo scorregge in bottiglia, in cui ti aspettavi un futuro super mega spaziale e sognavi sempre in grande.

Il mio giovane cervello è stato plasmato da serie tv mitiche, come A-Team, Magnum P.I., Supercar, MacGyver, dai film di Bud Spencer e Terence Hill, Bruce Willis, Fantozzi e tonnellate di rock incazzatissimo e strafatto… Ecco perché sono ridotto così ora…

Chi ricorda lo stile di quegli anni, dall’abbigliamento ai giornali, dai telefilm alle auto, dalle pubblicità ai videogiochi, sicuramente ha ben chiaro quell’effetto un po’psichedelico, eccessivo ed appunto tamarro, che permeava tutti gli aspetti delle nostre giovani vite.

Ebbene, quello stile sembra essere tornato in auge, ma dato che io non seguo affatto le tendenze e non ci capisco una mazza di moda e fashon style, mi limiterò a raccontarvi di Drift Stage.

drift_stage_01

Stiamo parlando di un gioco di corse indie, da pochi giorni approvato su Steam Greenlight, di cui si è visto ancora pochino, il titolo infatti è ancora in fase alpha ed è stato rilasciato solo un breve video e qualche immagine.

Il modello di guida dovrebbe puntare tutto sull’arcade puro e sullo stile drift, alla Ridge Racer, ma ancora nulla si può dire a riguardo, visto lo stato ancora primitivo dello sviluppo. La cosa che più mi ha colpito di quanto mostrato però è fondamentalmente lo stile grafico!

driftstage-2-620x348

Abbiamo di fronte un’overdose di anni ’80 fatta videogioco! una figata pazzesca! La palette di colori un po’fluo e irrealistica è davvero azzeccata, i modelli poligonali squadrati e seghettati sono volutamente evocativi dei vecchi giochi di guida da cabinato e, ovviamente, le supercar disponibili sono ispirate ai modelli anni ’80 di Lamborghini, Maserati e Ferrari! L’effetto globale ricorda un po’quel capolavoro che è stato Gta Vice City (a mio parere il miglior Gta di sempre), anche se la grafica di Drift Stage è molto più minimalista.

preview

Insomma, un candidato al titolo di gioco più stiloso dell’anno!| Non ci resta che attendere la pubblicazione (o almeno qualche beta) per capire se anche la giocabilità di Drift Stage sarà all’altezza dell’ottimo concept di base!

Nell’attesa, gustatevi il trailer qui sotto, fatevi crescere i baffi e procuratevi una camicia hawaiana!