Incapaci al potere!

Calma, calma… Anche se il titolo sarebbe perfetto, non voglio parlare di politica! Ho da poco sbloccato tutti i trofei, platino compreso, di MotoGp 14, l’ottimo titolo motoristico di Milestone. Il gioco mi è piaciuto veramente un sacco e vi consiglio, se non l’avete già fatto, di recuperarlo immediatamente, visti anche i prezzi attuali, particolarmente vantaggiosi sia per la versione digitale, che per la copia fisica.

MotoGp14  2014 PC Game 2

Mi sono veramente divertito con MotoGp 14, ma una volta giunto alla fine, mi ha suscitato riflessioni e pensieri sulla mia condizione di videogiocatore. Inizio la modalità carriera creando il mio personaggio: un nuovo pilota trentenne di buone speranze, si appresta a debuttare in Moto 3!

Sorvolando sulla terribile faccia da cazzo che il gioco ha assegnato di default al mio personaggio e pensiamo un secondo alla situazione, al limite del paradossale ancor prima di iniziare… Nella realtà si è mai visto un trentenne debuttare nella classe minore del motomondiale???? Eddai su, sarebbe ridicolo ed estremamente umiliante sia per il pilota, sia per il team. Finirebbero entrambi per essere gli zimbelli del campionato, non trovate? Ma tant’è. Ed io, da brava stella nascente del motociclismo, ripago la fiducia del mio team vincendo il mondiale al primo anno! Passo in Moto 2 l’anno successivo e rivinco il titolo, per giungere all’apoteosi della vittoria in classe MotoGp il terzo anno! Alla faccia dei vari Rossi, Marquez e compagnia bella! Non soddisfatto, completo tutte le sfide storiche contro i grandi del passato e pure gli eventi reali, riproduzioni di momenti reali del campionato 2013! Divento un dio delle due ruote…

motogp14_1215604b

Ma… Come?

Già, è proprio il “come” che mi ispira questi ragionamenti.

Uno dei punti di forza di MotoGp 14 è la possibilità di personalizzare lo stile di guida e la difficoltà incidendo su moltissimi parametri. Con gli aiuti alla guida attivi, la fisica arcade e il livello di difficoltà facile, il gioco può essere finito anche da una scimmia bendata, ma la fisica pro e lo stile di guida realistico trasformano l’esperienza in una simulazione davvero impegnativa e appassionante!

Essendo io una mezza sega nei giochi di guida, ho scelto una configurazione intermedia nei settaggi, non troppo facile, ma nemmeno estrema, mi sono divertito parecchio e ho divorato il gioco tutto d’un fiato!

Uno dei motivi per cui ci divertiamo così tanto a videogiocare è proprio la possibilità di vivere esperienze ed emozioni che difficilmente, la maggior parte di noi, sarebbe in grado di affrontare nella realtà. Esperienze incredibili ed accessibili a tutti!

Ma… È sempre un bene? Alcuni anni fa il livello medio di difficoltà dei videogiochi era NETTAMENTE più elevato.

mega-man-2-014

Ricordo di avere iniziato ad accumulare scomuniche da parte di Romana Chiesa in tenera età, appena misi le mani su Mega Man 2 per la prima volta. Ma gli esempi potrebbero essere moltissimi e per tutte le generazioni di console: Contra, Super Mario, Donkey Kong, Virtua Fighter, Gran Turismo, Ninja Gaiden, Dark Souls…

ninja-gaiden-sigma-20070516091057651-1993765

Negli ultimi anni tuttavia l’industria videoludica sembra aver preferito rendere accessibili i propri prodotti, puntando ad un mercato il più vasto possibile, piuttosto che offrire un livello di sfida veramente coinvolgente.

Ma mi chiedo io… Perché non fate tutti come MotoGp 14? Con un’ampia gamma di configurazioni possibili, il gioco diventa facile ed adatto a tutti, oppure cazzutissimo e impegnativo per i giocatori più abili! Ma cazzo, ci vuole tanto?

E allora perché continuano ad uscire giochi che insultano la mia intelligenza, oppure che mi fanno bestemmiare tutte le divinità conosciute? Non si può avere libertà di scelta?

Si, lo so che si può scegliere il livello di difficoltà a inizio gioco, ma se la modalità “normale” equivale al “very easy” della mia fanciullezza, il gameplay si riduce alla pressione ripetuta di un tasto, le vite sono infinite e ci sono checkpoint ovunque… che razza di scelta è????? (qualcuno ha detto sparatutto?)

Giocare ad un gioco di guerra e riuscire a finirlo in due ore e senza nemmeno sudare… È come andare a mignotte e chiedere un abbraccio!!!!

2622074-callofduty_advancedwarfare_multiplayer_cod_aw_riot_jailbreak

Non trattateci tutti da bimbiminkia rincoglioniti, cazzo! Vogliamo sfida, vogliamo battaglia, vogliamo sentirci EROI alla fine di un’avventura videoludica! Non impiegati all’anagrafe!

Eccheccazzo!